febbraio 2019

Inventare un nuovo business

Paris-Turf

Dalla stampa all’Internet of Things.

Gennaio 2016: Souffl si avventura insieme alla Direzione Generale del gruppo Paris-Turf, leader nella stampa ippica, in un progetto audace: reinventare il futuro del gruppo editoriale. Dicembre 2017: meno di due anni dopo, il gruppo Paris-Turf annuncia il lancio di Exalt training, la prima soluzione di tracking sportivo dedicata agli addestratori di cavalli da corsa. Exalt training è la sintesi operata nel corso degli ultimi due anni dal team di Souffl tra ricerca scientifica approfondita, raffinato lavoro di ingegneria e accurato design (si veda il racconto dello sviluppo di Exalt training). Exalt training rappresenta anche l’apertura di nuove aree di business e il completamento di un formidabile percorso di innovazione, partito da un foglio bianco, e portato avanti fianco a fianco insieme al gruppo Paris-Turf. Ecco la storia di questa nuova avventura imprenditoriale.

Lo spirito d’avventura

È opinione comune che la velocità sia essenziale nei processi di innovazione. Procedere rapidamente, lanciarsi senza indugio, al pari di un velocista. Tuttavia, l’idea che l’innovazione stia a una volata dai blocchi di partenza è un’illusione.

Lanciarsi in un progetto innovativo è analogo a prepararsi per una gara di fondo.

Settembre 2015: da qualche mese, la Direzione Generale del gruppo Paris-Turf, unitamente al comitato esecutivo, sta effettuando la pianificazione strategica del gruppo per il triennio a venire. Già leader nella stampa ippica, Paris-Turf sa di potersi espandere internazionalmente e di dover adeguare strumenti e organizzazione all’era digitale.

Intuisce la necessità di assumere maggiori rischi. Secondo la Direzione Generale è l’ora di sviluppare un nuovo business che permetta in futuro una maggiore diversificazione. Per raggiungere l’obiettivo di questo progetto, Souffl ha accompagnato il gruppo Paris-Turf in tutte le tappe della creazione del nuovo business, dalla riflessione sulla natura della diversificazione, passando alla definizione del concetto, alle fasi di costruzione di prototipi e testing, quindi allo sviluppo del nuovo progetto, fino alla sua integrazione all’interno dell’organizzazione aziendale. Questo progetto è un magnifico esempio di come un gruppo leader nella stampa ippica sia stato capace di rimettersi in gioco e di avventurarsi in un mercato collegato, lanciando la prima soluzione al mondo di tracking sportivo per i cavalli da corsa.

Trovare la strada.

/ 03

L’obiettivo era chiaro. Ma come individuare l’opportunità in grado di diventare un business redditizio per il gruppo?

Souffl ha iniziato il progetto immergendosi completamente nella cultura e nel mestiere del suo partner. Abbiamo così scoperto che il gruppo Paris-Turf si sviluppa intorno alla cultura del dato ed al controllo totale della catena del valore dell’informazione. Questo DNA centrato sul dato é stato il nostro punto di partenza.

Si è quindi trattato di intraprendere un’analisi prospettica per realizzare uno schema delle possibili evoluzioni future del gruppo rispetto alla creazione di un nuovo business. Souffl ha tradotto in immagini le possibili innovazioni e ne ha formulato i concetti. Questa cartografia delle opportunità ha permesso a Paris-Turf di proiettarsi e quindi di scegliere la strada da intraprendere: come sfruttare e valorizzare i dati per creare nuovi strumenti utili ai professionisti del mondo dell’equitazione?

Design

Ricerca sul campo

In un processo di innovazione è inutile disperdere energie per realizzare troppo presto studi di mercato o costruire business plan irrealistici: la risposta é spesso altrove.

Inizialmente, la cosa più importante è prendere le distanze e concedersi il tempo necessario per osservare, comprendere e analizzare. Il team di Souffl è quindi sceso in campo per meglio capire il ruolo dei diversi attori della filiera e per sapere come utilizzare i dati per creare il massimo valore. Nel corso delle testimonianze è emersa la figura centrale di questo ecosistema: l’addestratore. Incontri più approfonditi con vari addestratori hanno permesso di individuare meglio le loro necessità, l’ambiente lavorativo, il mestiere quotidiano e le specificità del loro lavoro. Dopo una serie di incontri, siamo riusciti a realizzare un quadro del nostro futuro cliente/utilizzatore potenziale. Questo ha costituito il punto di partenza per esplorare percorsi alternativi per nuovi progetti. Grazie alle nostre osservazioni ed alle esperienze raccolte in Souffl, siamo riusciti a stilare una lista di quaranta prodotti e servizi potenziali per gli addestratori. Alcuni costituiscono strumenti che facilitano il loro lavoro, altri sono soluzioni che risolvono specifici problemi. Ciascun concetto risponde ad esigenze concrete ed è concettualmente valido. Abbiamo quindi scelto le cinque ipotesi migliori, per presentarle alla Direzione Generale del gruppo. Una in particolare ha attirato la loro attenzione.

Marzo 2016

Bisogna semplificare la vita degli addestratori - Jean Claude Seroul, proprietario

Interviste

L’addestratore al centro dell’ecosistema

Al giusto ritmo.

/ 03

Condurre un progetto di innovazione è una questione di ritmo. Sapere quando rallentare per fare un passo indietro e sapere quando invece è il momento giusto per accelerare e tenere il passo. L’impulso per il progetto Exalt Training è stato dato in maniera chiara dal team dirigente del gruppo Paris-Turf. L’entusiasmo imprenditoriale del gruppo ha sostenuto il progetto fin dall’inizio: i dirigenti erano convinti dell’assoluta necessità di mantenere ritmo ed entusiasmo e di come ciò fosse fondamentale per la riuscita del progetto. È necessario essere in grado di prendere decisioni in modo molto veloce e dinamico. Souffl è stata capace di creare le giuste condizioni costruendo una linea di comunicazione diretta tra il team di progetto e il direttore generale del gruppo, con il potere decisionale necessario.

Inoltre, è stato fondamentale definire delle scadenze per misurare i progressi. La capacità e la tecnologia di Souffl hanno reso possibile condividere le conquiste ottenute nelle varie fasi del progetto e quanto era ancora da scoprire.

Dinamicità e resistenza

È il cliente / utente finale che, anima di questo progetto, dà la spinta dinamica.

Questa dinamica é il risultato diretto delle nostre visite alle scuderie e delle lunghe interviste agli addestratori. I team di Souffl hanno seguito tutte le fasi degli addestramenti e hanno interrogato le squadre. Questo sperimentare sul campo ha reso possibile vestire i panni del coach e costruire, nel corso delle settimane, una conoscenza approfondita del nostro futuro cliente/utente.

La complementarietà delle conoscenze e del background del team Souffl, e gli strumenti sviluppati internamente ci hanno permesso di affinare la nostra capacità di analisi e di comprendere l’attività  dell’addestratore in tutti i suoi aspetti. Conoscere bene il cliente finale ci ha permesso di guadagnare mesi interi di lavoro. Il ritorno sull’investimento non si é tradotto solo in un risparmio di tempo, ma anche in una nuova spinta dinamica per il progetto. L’iter è diventato più fluido e raramente si sono verificate frizioni. In effetti è più facile ottenere la collaborazione di tutti i partecipanti quando un progetto nasce direttamente dalle domande del cliente.

Il solo approccio di design non è sufficiente a portare a termine un progetto completo ma è un modo formidabile per rinforzarne l’”aerodinamicità” e facilitarne l’avanzamento. Il fatto che il cliente sia stato totalmente coinvolto ha permesso di sviluppare una vision più chiara nei team, di superare più velocemente le diverse fasi del progetto, ed essere più incisivi nel design del complesso del prodotto finale.

Osservazioni

Sperimentare e validare

/ 03

Condurre a termine un progetto innovativo non si riduce al solo aspetto di “capitani coraggiosi”. Lo spirito d’avventura è necessario per iniziare, poi però si deve saper costruire. Con Paris-Turf il team di Souffl ha prima vestito i panni dell’esploratore e poi quelli del costruttore.Dal momento che il concept scelto riguarda un servizio e delle tecnologie innovativi, il suo sviluppo comporta importanti investimenti finanziari. È quindi fondamentale che l’opportunità sia validata prima di investire anche un solo Euro nello sviluppo. Souffl ha attivato un percorso rigoroso di sperimentazione e di validazione di prototipi. Ciò ha consentito di definire una value proposition aderente all’obiettivo. Il principale beneficio di questo approccio di sperimentazione sta nella sua capacità di superare i diversi momenti di verifica, più che nella velocità di svolgimento. Il successo infatti si fonda sul rigore scientifico dell’approccio più che sulla sua agilità.

Trasmettere

Dalle funzionalità ipotizzate in via teorica é necessario passare poi a quelle realizzabili in pratica. Grazie alla propria esperienza in R&D e all’apporto della rete di esperti, Souffl ha potuto superare uno ad uno tutti gli ostacoli alla fattibilità e così redigere una lista di specifiche funzionali precisa ed esaustiva. Con il giusto livello di dettaglio abbiamo realizzato una stima dell’investimento necessario, individuato i partner e stabilito un piano d’azione. Il lavoro a monte ha permesso di definire ipotesi realistiche sul livello atteso di servizio ai clienti, sull’approccio commerciale e sulla struttura dei costi e dei ricavi.

Una volta avuto il via su tutto, si è potuti passare alla fase di realizzazione del progetto. È a questo punto che la squadra si è ampliata e ha incluso altri professionisti. Paris Turf ha dunque integrato il progetto all’interno della propria organizzazione, condividendone la cultura e la vision: « un cuor solo ed un’anima sola con il cliente ». Settimana dopo settimana, nuove persone e squadre si sono interessate al progetto e l’intero gruppo Paris-Turf è stato fiero di presentare Exalt training al salone del cavallo di Deauville nell’ottobre 2017.